L’inquietudine del drago – Antonella Moretti

Alla fine aveva deciso di restare. Non sapeva bene nemmeno lei il perché, ma aveva deciso di non scappare. Forse le dava fastidio il fatto di arrendersi.  Il lunedì seguente si era recata in ufficio e, anziché prendersi via il portatile ed uscire urlando in faccia a tutti quanto fossero odiosi, si era seduta al

Weimar e dintorni

Siamo in corsa da Heidelberg a Berlino e decidiamo di fermarci un paio di giorni a Weimar per visitare la cittadina in cui abitarono Goethe e Schiller e perché anche i dintorni offrono infinite possibilità. Il viaggio attraversa interminabili lande tappezzate di campi coltivati, in ogni dove si vede solo campagna. Ci fermiamo a fare

L’insostenibile nostalgia del cibo in viaggio

Vi sarete accorti senz'altro che il cibo su Piccioni è uno degli argomenti più presenti. Non per nulla siamo fritti! In questo articolo vorrei però tentare una riflessione su un sentimento che tormenta spesso i viaggiatori, una sensazione destinata a crescere esponenzialmente man mano che si esplorano posti diversi: la nostalgia del cibo. https://www.instagram.com/p/BlP9jtgFBYE/ Il

Shanghai: porcellane e passeggiate | Diario di viaggio Cina

Dopo la nostra mattinata di sudore e spese ad Hangzhou, partiamo in treno per Shanghai. Arriviamo verso le cinque e io, che sto ancora male, impongo poco democraticamente un taxi. Ricardo non è contento, perché la stazione si trova un po' fuori dal centro e ha una metro vicino, ma io non ce la faccio

Hangzhou: laghi, Buddha, e raffreddori, tutti monumentali | Diario di viaggio Cina

La mattina del 16 maggio partiamo presto per Hangzhou. Il treno è alle otto di mattina, il nostro primo treno diurno. Facciamo colazione con dei buns avanzati e si parte. Il treno ha sedili sorprendentemente ampi e comodi, più grandi dei nostri. Quando arriviamo, io non sto bene. In effetti l'arrivo a Hangzhou coincide con