10 cose che ho amato dell’Albania e della macedonia e…

BANDIERA VERDE 1. La gente: In Albania abbiamo trovato moltissime persone super disponibili e pronte ad aiutarci. Spesso nel vederci persi ci veniva offerto aiuto prima che lo chiedessimo anche da chi non parlava lingue straniere. Talvolta la gentilezza andava oltre la disponibilità ad aiutare e si trasformava in vera e propria ospitalità disinteressata, l'abbiamo

10. Kruja e Tirana, la fine del nostro viaggio.

Siamo alla fine del nostro viaggio in Albania, le tappe che ci mancano sono Kruje e Tirana ed entrambe si rivelano essere sorprendentemente belle. Samo sulla via del ritorno e questo un poco ci rattrista, avremmo voluto riuscire ad approfondire maggiormente la Macedonia e il nord dell'Albania ma il tempo stringe e abbiamo il traghetto

9. Prilep Stobi Heraclea e Pogradec…

La mattina successiva decidiamo di tornare a Tetovo, la moschea dipinta è una meta che non vogliamo perderci. Facciamo bene, mezz'ora di autostrada vale sicuramente le decorazioni esterne ed interne dell'edificio. Anche qui come in altri siti visitabili il responsabile mi fa segno di non stare a coprirmi i capelli, ci sono pochi veli e

8. Skopje città con due facce

L'impatto con Skopje la sera è surreale, è tutto il giorno che vaghiamo per la Macedonia, graziosi paesini agricoli, cittadine dall'architettura poco incisiva, poi arrivi in centro a Skopje e ti trovi a tu per tu con una mastodontica architettura neoclassica: enormi fontane il tutto illuminanato da miriade da led che cambiano colore.Skopje è così

7.Il Parco Mavrovo, la chiesa sommersa, I dervisci e l’arrivo a Skopje.

La meta ultima della nostra giornata è Skopje. Abbiamo letto in merito alla capitale della Macedonia parole come grandiosa, folle e neoclassica, non ce la riusciamo ad immaginare. Dato che ci fermeremo per due notti e avremo quindi modo di girare con calma approfittiamo di questa giornata per visitare un po' di luoghi presenti lungo