8. Skopje città con due facce

L'impatto con Skopje la sera è surreale, è tutto il giorno che vaghiamo per la Macedonia, graziosi paesini agricoli, cittadine dall'architettura poco incisiva, poi arrivi in centro a Skopje e ti trovi a tu per tu con una mastodontica architettura neoclassica: enormi fontane il tutto illuminanato da miriade da led che cambiano colore.Skopje è così

7.Il Parco Mavrovo, la chiesa sommersa, I dervisci e l’arrivo a Skopje.

La meta ultima della nostra giornata è Skopje. Abbiamo letto in merito alla capitale della Macedonia parole come grandiosa, folle e neoclassica, non ce la riusciamo ad immaginare. Dato che ci fermeremo per due notti e avremo quindi modo di girare con calma approfittiamo di questa giornata per visitare un po' di luoghi presenti lungo

6. Benvenuti in Macedonia, Orhid mille chiese e un lago.

Varchiamo il confine con la Macedonia al mattino, c'è coda ma gli automobilisti sono gentili ci fanno cenno di superarla ed infatti alla frontiera i documenti dei motociclisti vengono controllati insieme a quelli dei pedoni e dei ciclisti in modo da non rallentare lo scorrimento della fila. Il doganiere con aria contrariata ci chiede come

5. Da Gjirokastër a Korça una strada tutta curve attraverso le montagne…

Sono solo 190 km di strada ma per percorrerli ci vogliono 4 ore e mezza! La strada non è delle migliori, c'è qualche pezzo di sterrato (pochi, piccoli tratti improvvisi) e parecchie buche, niente che non si possa percorrere senza problemi... se avete una moto allora la storia cambia perché la strada é spettacolare per

4. Gjirokastër la città d’argento.

Partiamo da Saranda più mattinieri che mai, buttiamo tutto sulla moto con l’idea di fermarci per strada a fare colazione. La distanza che dobbiamo percorrere è minima, meno di 80km ma le tempistiche non sono brevi, secondo il navigatore oltre un ora e e mezza. Di Gjirokastër ci colpiscono subito due cose, la bellezza del