Anche in casa restiamo viaggiatori | Piccioni viaggiatori fritti

In questa fase di isolamento in cui molti di noi sono chiusi in casa e tutti siamo limitati negli spostamenti, per chi scrive di viaggi è inevitabile farsi domande su come procedere. C’è chi non riesce a pensarci in questo momento; altri si rifugiano nei ricordi o nei piani per il futuro; altri ancora pensano a viaggi letterari o cinematografici. 

Personalmente, non abbiamo stabilito una linea particolare e andiamo avanti giorno per giorno, un po’ di racconti e un po’ di riflessioni. Restringendo il campo a me, Francesca stanziata a Francoforte, penso di essermi stabilizzata nella condizione per eccellenza opposta al viaggio: l’eremo. In questo momento la casa mi è culla, ristorante, palestra, bar, insomma rifugio. Mi dispiace solo di non avere un giardino, perché se ci fosse un angolo di natura dove potersi sedere a respirare insieme agli alberi sarebbe tutto perfetto. Ma ci dobbiamo accontentare di due orchidee e un Kalanchoe, che sono comunque meglio di niente. E mi dispiace di non avere un gatto da ammorbare, ma anche il mio fidanzato si presta abbastanza di buon grado.

Dopo giorni di giornate ingannevolmente soleggiate e fredde in modo assurdo e tagliente, oggi finalmente è tornata un’aria dolce di inizio primavera. Una primavera che noi per lo più dovremo godere dal nostro balconcino di due metri per mezzo (e cara grazia che almeno abbiamo un balconcino!), ma che comunque tira un po’ su di morale. Ci ricorda che anche nei momenti più difficili, anche in queste giornate che passiamo tra lavoro da casa, chiamate alle famiglie lontane ed escursioni in supermercati dalle corsie depredate in modo ansiogeno, il tempo passa. E alla fine del suo passare ci aspetta, si spera, una normalità.

Le magnolie fioriscono annunciando la primavera.

Itinerario in casa

Nel frattempo viaggiamo tra e da queste nostre pareti. Tappe tipiche dell’itinerario delle nostre giornate sono:

Bed and Breakfast A casa

Del nostro alloggio apprezziamo particolarmente la sua vicinanza a tutte le attrazioni della località Casa. Pochi passi e si arriva davvero ovunque! Il letto è davvero comodo, con cuscini che sembrano scelti apposta per noi (spoiler: lo sono!) e gli armadi sono spaziosi abbastanza da contenere tutte le necessità. Ci sono perfino le nostre foto alle pareti, se non è destino questo! Anche il bagno è davvero funzionale, non grandissimo, ma della grandezza media di un bagno tedesco in appartamento, e comunque va benissimo per noi. L’unico lato negativo di questo B&B sono i vicini del piano di sopra occasionalmente rumorosi, ma si sa che noi non abbiamo mai fortuna quando si parla di vicinato. Nel complesso un ottimo alloggio, credo che staremo qui a lungo!

La nostra stanza al B&B A Casa

Ristorante La Maison

A due passi (letteralmente due) dal B&B troviamo il ristorante che è diventato il nostro preferito da quando siamo arrivati a Casa. Economico e saporito, propone un medley di ingredienti locali e italiani in una cucina di ispirazione marcatamente mediterranea. Il funzionamento di questo ristorante è alquanto peculiare: aperto dalla mattina alla sera senza interruzioni, fa cucinare i clienti e in cambio permette loro di spendere solo il prezzo degli ingredienti base. In questo modo senti davvero di esserti guadagnato il pasto con i tuoi sforzi e lavando i piatti e pulendo la cucina fai un po’ di esercizio post prandiale. Non so come mai questo modello non sia più diffuso.

La cucina del ristorante La Maison

Coworking At Home

Quando si è liberi professionisti capita spesso di dover lavorare anche in viaggio e trovare uno spazio adatto può essere difficile. Ma Casa ha a cuore le esigenze dei nomadi digitali del terzo millennio e mette a disposizione ottimi spazi di coworking nella sua struttura At Home. Completo di diverse postazioni internet con seduta ergonomica, il coworking At Home è il posto ideale per concentrarsi. E se si vuole fare una pausa? Nessun problema, il coworking possiede una fornita biblioteca in numerose lingue e comode poltrone. Per non parlare degli snack, dritti dalla dispensa del ristorante La Maison e degli spazi verdi di relax accanto alle finestre.

Il coworking At Home

Centro svaghi Zu Hause con palestra e cinema

Dietro l’angolo dal ristorante La Maison, il centro svaghi Zu Hause è stato un’altra grande sorpresa del nostro viaggio a Casa. Un unico spazio grande e ben distribuito dove si trovano concentrati i più svariati divertimenti. Un grande schermo che proietta ogni sera le ultime uscite dei servizi streaming, consolle per gli amanti dei videogiochi, un’ampia varietà di giochi da tavolo dedicato in particolare agli amanti di Catan o dei Gatti esplosivi, strumenti per attività sportive come materassini da yoga. Zu Hause è confinante con il ristorante La Maison, per cui si può portare la cena o il pranzo (o la colazione dal momento che entrambi sono aperti dalla mattina alla sera) da asporto. Se poi si ricercano svaghi più culturali, il Zu Hause ha una convenzione con la biblioteca del coworking At Home. Una volta che si entra al Zu Hause, si potrebbe restare davvero tutto il giorno.

Il centro svaghi Zu Hause

Per oggi dal nostro soggiorno a Casa è tutto. Speriamo di potervi aggiornare presto sui nostri day trip più frequenti, posti entusiasmanti come Dalla Finestra, Dal Balcone e Al Supermercato.

Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *