Tornando a casa qualche consiglio utile

Ma quindi la Puglia non vi è proprio piaciuta?
Me lo sono sentita domandare tante volte dopo il racconto delle nostre folli avventure eppure è una deduzione errata, a me la Puglia è piaciuta tantissimo ma non così.
In che senso?
Facile, mi sono persa cose meravigliose e ho passato gran parte del mio tempo a cercare di spostarmi con i mezzi pubblici da un punto all’altro!
E quindi?
Semplice, la Puglia è meravigliosa e io voglio tornarci, sento ancora l’amaro in bocca per non aver potuto visitare i dintorni da Santa Maria di Leuca, Ostuni, Locorotondo, le belle spiagge vicino a Otranto e chi più ne ha più ne metta! Ma non ci tornerò se non con un mezzo mio, in programma a tempo da determinare c’è tutta la costa italiana fino a Santa Maria di Leuca dall’Emilia da farsi in moto per godere di arte e mari meravigliosi.
Quindi la Puglia sì ma non basandosi sui mezzi pubblici a meno che non intendiate fare una bella vacanza di mare e spostarvi a pochi km per visitare qualche borgo limitrofo, in questo caso volendo potrebbe essere fattibile.
Per quando riguarda la via Francigena del Sud?
Non so che dire, con un GPS, in un’altra stagione, contattando per tempo le strutture, con più calma forse sì, alla fine noi ne abbiamo percorso un tratto minuscolo, personalmente è bastato a scoraggiarmi ma probabilmente siamo stati solo sfortunati…
Francamente se volete fare giusto 4 o 5 giorni a piedi per capire se vi piace davvero viaggiare a piedi o staccare un po’ opterei per qualcosa di più facile.
Un tragitto ben segnalato in cui vi possa bastare una mappa come un tratto della via Francigena tradizionale o uno dei cammini Toscani ben segnalati e con tante strutture disponibili o perchè no Santiago del Compostela.
Non posso negare che la via Francigena del Sud potrebbe offrire scorci unici ma dopo che diverse persone del posto ci hanno detto che non la farebbero mai senza un GPS perchè si perderebbero (o si sono persi) penso che in linea di massima si possa dire che è davvero un tragitto per esperti.

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *