Orsi preistorici, focaccine, lavori in corso e una moto a Jojò

La mattinata inizia con una spettacolare focaccina al formaggio e pare che non ci sia nulla che andrà storto.
Invece la giornata sarà più complessa del previsto, arriveremo in ritardo a Sibiel perchè lungo tutta la via saremo rallentati da continui semafori e code per i lavori in corso.
La mattina la dedichiamo alla Grotta dell’Orso (Pestera Ursilor) del cui sito vi giro il link Grotta dell’Orso
E’ stupenda e vale davvero la pena di essere vista, compresa nel prezzo non basso ma assolutamente accessibile c’è anche la visita guidata rigorosamente in rumeno ( se avete studiato il latino qualcosa capirete), anche se bisogna pagare una tassa per fare le foto se siete appassionati non potete proprio evitarlo, è davvero spettacolare.
Se siete nella condizioni di dover scegliere un’unica grotta da visitare non esitate e decidete per questa!
Le foto saranno sufficienti per convincervi… sebbene non siano eccezionali causa mezzi inappropriati

 

 

 

 

 

scheletrino di orsetto preistorico

Fuori dalla grotta è pieno di bancarelle, ci sono anziane signore che vendono focaccine calde fatte da loro accaparratevene una saranno i 50 centesimi (2 Lei) meglio spesi della giornata, magari anche un paio, sono buonissime.
Avrete notato che insisto sulle focaccine, fate così portatemene un paio se andate in quelle zone, oppure anche solo la ricetta, ho dimenticato il nome e non riesco a trovarlo on line… è terribile 😀
Dopo aver mangiato ed esserci dedicati ad un giretto a piedi è già tardi abbiamo ancora un bel po’ di kilometri prima di giungere alla nostra pensione e da bravi matti torniamo letteralmente indietro meta della serata Sibiel! Avete letto bene, c’eravamo già stati qualche giorno prima, ma qui ci avviciniamo tanto alla partenza della Transalpina, altra strada che offre scorci mozzafiato e che manda in estasi qualsiasi motociclista.
Perchè non l’abbiamo fatta prima? Perchè il giorno seguente il meteo ci promette un cielo terso e che ci volete fare anche l’occhio, oltre la ruota, vuole la sua parte.
Eravamo convinti sarebbe stato facile ma la Romania è così, sempre pronta a stupirti e infatti… Ogni curva un cantiere, ogni cantiere un semaforo così non ce la caviamo più!
Ma il dettaglio più pittoresco sono i cani, i cari randagi rumeni che ti guardano placidi da bordo strada nel novanta per cento dei casi, solitamente osservano le auto e il cantiere come certi pensionati nostrani ma ogni 10 c’è l’appassionato di moto, quello che non resiste, se vede la tua ruota girare a un passo dal suo muso deve prenderla e cosa c’è subito davanti alla ruota? Il mio polpaccio…
La Dakar e il suo guidatore si esibiscono in partenze da moto GP, tra il terreno sdrucciolevole e il cane adirato ci pare di vivere pericolosamente ma non subiamo danni (nè ne causiamo se siete preoccupati per le bestiacce del pessimo carattere 😉 )
Arriviamo a sera a Sibiel, dopo un temporale di dimensioni epocali e dopo aver costatato che nonostante il paese sia formato da tre strade la nostra Pensiune è tutt’altro che facile da trovare, ci accompagna una signora simpatica che mi parla fitto fitto in Rumeno io ricambio in Italiano dato che è più simile al latino che l’inglese.
La serata ceniamo in loco con due signori che vengono dal Sud dello stato, ci consigliano di visitare la zona di Costanza e del Delta, noi parliamo in Italiano loro in Francese che io capisco discretamente ma senza saper spiccicare parola, la conversazione comunque è divertente e andiamo a letto allegri forse anche per via dell’abbondante dose di grappa locale bevuta durante la cena.
Il giorno dopo Transalpina… non stiamo nelle ruote.

Anche loro si celano ai bordi delle strade e ti fissano con diffidenza 😉

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *