Un salto nel bianco e poi via per Costesti in mezzo al niente vicino a tutto…

Costesti…
A meno di 20km da Sarmizegetusa Regia, a circa 30 dal Castello di Corvino e a meno di 1 ora di viaggio dal monastero di Densus e da Sarmizegtusa Ulpia Traiana, ma queste sono solo poche delle cose che potrete vedere in questa zona, i cartelli marroncini che vi indicano i posti degni di una visita si sprecano tra antiche chiese e bellezza naturali.
La nostra scelta è ricaduta su Costesti per un paio di ragioni, abbiamo trovato un alloggio economico e ben tenuto con un ristorante davvero ottimo e volevamo stare lontani da Hateg e dalle altre grandi città della zona e viverci un po’ dei bellissimi paesini rumeni.
Non ci siamo pentiti della nostra scelta in quanto abbiamo trovato un posto che in due giorni ci ha permesso di viaggiare solo su stradine di di montagna prive di ogni traffico e perchè un paese più piccolo della località di Costesti, formato da qualche casa e dalla pensione in cui alloggiavamo, era difficile trovarlo.

Strada di campagna

Ma iniziamo dal principio e il principio è stato un salto nel… BIANCO!
Alba Iulia una città che con il sole avrebbe potuto essere abbagliante peccato che quando ci siamo stati noi pioveva copiosamente.
Fondata dai Romani e distrutta dai tartari nel medioevo prese il nome di Balgrad, città bianca.
Bellissime le fortificazioni che vi parranno antichissime e in realtà sono neoclassiche quindi settecentesche, interessante anche la visita alla cattedrale di San Michele romanica con influenze gotiche.
Se siete fortunati vedrete la sfilata a cavallo con personaggi in costume d’epoca.
E’ inoltre possibile visitare a una prezzo piuttosto esiguo i resti archeologici, noi data la pioggia fastidiosa e lo scarso tempo a disposizione abbiamo evitato.
Ad Alba Iulia ad Agosto si tiene un’interessante festival rock-metal per gli amanti del genere ( Dark Bombastic Evening).

Ingresso ad Alba Iulia noi stavamo uscendo era appena finito il diluvio!

 

 

Nel pomeriggio fortunatamente il meteo è diventato più propizio e ci permette di visitare il castello di Corvino, una vera meraviglia!
Questo bellissimo monumento si trova nella periferia di Hunedoara a dirimpetto a vecchie fabbriche abbandonate, ciò non gli evita di ergersi in tutta la sua magnificenza.
Il castello merita sicuramente una visita, c’è un percorso ben spiegato al suo interno, il prezzo non è alto anche se dovrete pagare una sovrattassa per poter fare delle fotografie, non troverete comunque la folla presente a Bran e nel periodo estivo è aperto fino a sera.
http://www.castelulcorvinilor.ro/
Quitutte le informazioni, compresa le leggende del castello!
Tra tutti è il più bello che io abbia visto, certo nel tempo ha avuto varie ristrutturazioni, ma rende davvero l’idea di quello che doveva essere un tempo girare tra le sue scale intricate e i lunghi corridoi.
Particolare la vista.
Da non perdere!

 

 

Contrasto tra meraviglia e periferia

 

 

 

 

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *