Eroica in moto…. Eroica DAVVERO!

Ci sono quei giorni in cui sai che le previsioni non sono buone ma alzando gli occhi al cielo almeno puoi sperare che non pioverà… il 22 Maggio non ci ha lasciato nemmeno l’illusione, il 22 Maggio ha piovuto con la P maiuscola e noi senza grandi alternative l’abbiamo presa.
L’anno scorso impegnata  con un lavoro decisamente poco appassionante ( per dirla in modo fine) non sono riuscita ad andare all’ EROICA con il mio moroso Davide e i Garelli,nostri compagni di scorribande motociclistiche, loro dopo i fatidici 3 giorni sono tornati entusiasti di quei 200km di strade bianche percorsi tra le colline toscane.
Per fortuna, penso io ingenuamente, l’EROICA si ripete ogni anno a fine maggio… e vuoi mica che a fine maggio piova???
Ha piovuto… e non un semplice temporalino estivo, ha piovuto per 3 giorni… annaffiandoci un po’anche durante il ritorno giusto per non farci perdere le buone abitudini!

Partiamo il 22 Maggio 2 moto… 4 baldi giovani, Io e Davide e i Garelli (Mara e Andrea) alla volta di Gaiole in Chianti ameno paesino vicino a Siena.
Lungo la strada recuperiamo un altro componente Davide Metallaro da loro conosciuto all’Eroica precedente e tutti insieme sotto un’insistente pioggerellina che diventerà pian piano sempre più consistente ci dirigiamo verso l’Emilia.
La prima tappa è per la Tigella… la Tigella è fantastica… ve la consiglio… no non quella del supermercato, che pur sempre mantiene il suo fascino, quella consumata vicino a Bologna la sua patria natia.
Se per caso andando all’eroica vi tocca proprio passarci… bhe può valere la pena di fermarsi 🙂
E già che vi trovate da quelle parti non trascurate una buona bottiglia di vino e una porzione consistente di gnocco fritto con salumi locali e il vostro animo sarà già più leggero ( non che si possa dire lo stesso dello stomaco ma dalla vita non si può avere tutto)…
Rinfrancati nello spirito e nel corpo e sotto la stessa pioggia torrenziale di prima… ( ma con la pancia piena alzando lo sguardo al cielo plumbeo azzardiamo talvolta un… DAI CHE SI APRE…) RIPARTIAMO…

Saranno dei giorni di grande festa e umidità quelli che ci attendono.
L’aver scelto il campeggio ci mette nell’ordine dei “50 coraggiosi”, o forse meno… di tende non se ne vedono molte e montarle sotto il diluvio non è divertente.
Per una volta però essere donne conviene… in campeggio sono tutti uomini e lo spogliatoio è perfetto pulito e quasi tutto per noi… è pure caldo. Perchè forse ho omesso di dire che le temperature non sono per nulla alte.
Se decidete di andare all’EROICA e dormire in tenda sole o pioggia non esistate a portarvi sacco a pelo pesante un pile e altre amenità di questo tipo… di notte infatti tende sempre a fare un po’ fresco.
Il campeggio è in realtà un capetto da calcio che passa brevemente dallo stato di campo da calcio a quello di campo da calcio bagnato a quello di palude a quello di acquitrino… e di notte si sentono pure gracidar le rane in lontananza.
L’organizzazione comunque è buona, nel prezzo oltre che la partecipazione al giro del giorno seguente è compresa una bottiglia di vino per il conducente un gadget (quest’anno una maglietta) all’arrivo e le cene dei due giorni e con 10€ in più si ha il posto tenda.
Le cene sono delle signore cene… si mangia tutti insieme in appositi spazi adibiti con grandi quantitativi di cibo e vino e grande allegria!
Il calore toscano a noi che veniamo da queste tristi lande ci rallegra sempre un po’… e quando poco prima di tornare, in una locanda, ci permettono non solo di sederci al tavolo per consumare un panino buono da capogiro (!!!) ma ce lo fanno pagare 3€ con tanto di bibita… ci i scalda proprio il cuore!!! ( E girano anche un po’ le balle all’idea di tornare indietro).

Ma concentriamoci ora sulla parte motociclistica della faccenda…
Il giro è lungo circa 200km adatto particolarmente a moto enduristiche ma si può fare con quasi qualsiasi tipo di moto… poi tutto dipende da quanto siete matti 😀 Gran parte del tour è su strada bianca (non ci sono passaggi particolarmente ardui, solo un gran polverone nelle giornate di sole… noi polvere zero.. che fortuna eh…) in minima parte su piccole strade asfaltate. Il tutto tra le colline senesi con paesaggi bellissimi e una sosta d’obbligo a Montalcino per un bicchiere di Brunello e un’occhiata alle vie tortuose della cittadina.
La durata dipende un po’ da voi… dalla vostra perizia alla guida in parte ma dalla vostra ambizione di fotografi, dal vostro appetito e da tante altre varianti… Noi ce la siamo presi con calma fermandoci a rinfrancarci spirito e corpo bagnato in diversi punti.
Difficile è perdersi anche se in taluni tratti qualche dubbio può venire, in generale il percorso è ben segnalato ( sulla falsa riga del percorso lungo della più famosa gara ciclistica) con cartelli permanenti.
Se non vi è possibile partecipare alla manifestazione, infatti, sappiate che resta sempre lì, nel caso in bici a piedi o in moto, voleste dargli un occhiata…

 

 

 

Che altro dire…
è stata eroica per davvero! 3 giorni di moto e acqua…
Ma tanto cibo un po’ di vino e grande-bellissima compagnia hanno reso il tutto più che piacevole.
Gaiole in Chianti è un centro carino, si mangia indubbiamente bene, e i suoi abitanti ci hanno accolto con gran cortesia.
Rimando al sito dell’evento per ulteriori informazioni tecniche http://eroicainmoto.breezi.com/
e al bellissimo blog dei miei amici Garelli in cui Andrea ha fatto un resoconto molto più puntuale e migliore di questo mio accenno…
http://2garelli.blogspot.it/2015/06/eroica-in-moto-2015-una-nuova-puntata.html?spref=fb

Grazie ai nostri compagni di viaggio i Garelli che condividono sempre con noi progetti improbabili e un po’ folli, in particolare in questo caso a Mara che ha condiviso con me il dramma della doccia tiepida, dei guanti da asciugare con il phon ecc, grazie a Davide che mi sopporta (e un po’ grazie anche a me che sopporto lui) e grazie a Davide Metallaro ottimo compagno di viaggio e grande campione al gioco “il gatto del prete è un gran C….”
Grazie infine all’organizzazione che nonostante la sfortuna del diluvio Biblico ha fatto quadrare tutto!
Da ripetere…

Alla prossima 😉

 

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *