Partiti da Varese a caccia di draghi tra castelli e grotte.

  • Se in Slovenia intendete prendere l’autostrada ricordatevi la vignetta, la multa in caso contrario è salatissima. Per le moto ha un costo inferiore a quello delle auto (la vignetta NON la multa) se non sbaglio nel 2012 era di 7 euro
  • In quasi tutti i paesi che abbiamo visitato il limite alcolemico alla guida è pari allo zero
  • Ci hanno assicurato che sia in Slovenia che in Ungheria che in Serbia fanno controlli continui sui limiti di velocità, quindi non smanettate, nonostante le belle autostrade sgombre invitino a farlo
  • L’autostrada slovena è una lingua di cemento in mezzo a boschi fittissimi, si scorge solo qualche paesino qua e là, se avete tempo muovetevi su strada normale, i villaggi che si incontrano solo deliziosi ed è piacevole guidare tra i boschi.
  • La benzina costa leggermente meno che in Italia.
  • Grotte di Postumia. Lasciate perdere il baraccone tipo parco di divertimenti che vi è sorto intorno, una visita la meritano davvero. Sono uno spettacolo. Una parte della visita viene effettuata con un trenino (la prima) in seguito si prosegue a piedi. Le guide sono bravissime, la nostra parlava perfettamente l’italiano e non è stata affatto noiosa. L’organizzazione è ineccepibile. Le moto non pagano il parcheggio, e questo al motociclista fa sempre immensamente piacere.
  • La città di Postumia è attrezzata per dormire, ma tutto è nato in funzione delle grotte, se avete tempo o voglia, fermatevi in una delle tante case private che espone la scritta SOBE nei paesi tutt’intorno o meglio ancora fate un giro a LUBIANA, non è lontana e una visita anche solo serale la vale di sicuro.
  • LUBIANA, noi l’abbiamo visitata in modo superficiale, alla sera. Avevamo tempi molto stretti. Ma ci hanno assicurato che una giornata di visita è il tempo ideale per scoprirla a fondo. Se come noi siete in volata concedetevi almeno una passeggiata per i larghi viali del centro o una bella fotografia sul ponte dei draghi. Belissimo. La sera la città pullula di vita, e il lungo fiume e le piazze sono animate da piccoli concerti o spettacoli di giocoleria.
  •  Se è uno dei giorni vicini a San Lorenzo fuggite dalla città, cercatevi un campeggio isolato o un prato, la volta stellata è uno spettacolo unico, in un paese dove il 60% del territorio sono boschi riuscirete davvero a vedere le stelle cadenti. Noi siamo rimasti a bocca aperta!
  •  Per finire Trojane… è di strada per l’UNGHERIA, fateci colazione. È un paese sostanzialmente composto da una pasticceria. In Slovenia lo conoscono tutti, noi ci siamo capitati per caso. È tipico il KROF, il classico bombolone ripieno, e vi assicuro che se siete golosi può essere una bella idea fare una pausa qui! (non fate come noi, non cercate un centro o un paese in cui fare un giro, il paese sono 2 pasticcerie e qualche casetta dispersa tra campi e boschi!)

     

Grotte di postumia
Castello (Postumia)

 

Tenda

 

Draghetto del ponte dei Draghi

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *