BUDAPEST

  • il Biker Camp a Budapest è bello e accogliente, un campeggio in città. Non trascurate il fatto che dista circa 6 km dal centro e che dopo una cert’ora non c’è più la metro. Non è un dettaglio irrilevante, noi abbiamo trovato molte molte cose da raccontarci in quell’ora di cammino serale… non so voi
  • Budapest è davvero bella da visitare, non sto a ripetere ciò che troverete in ogni guida.
  • I bastioni dei pescatori alla sera sono suggestivi
  • Visitare i sotterranei della città è divertente, vi farà tornare un po’ bambini, vi metteranno una lampada ad olio in mano e vi faranno vagare al buio. Da vedere non c’è molto ma a noi e al giapponese che si è aggregato è piaciuta l’atmosfera da film horror.
  • Infilatevi in una pasticceria e chiedete la torta tipica di Budapest ( non mi ricordo il nome ma ne vale la pena) e bevetevi una grappa all’albicocca… Non è male e anche quella è tipica di qui. ( se come noi prenderete torta te e grappa tutti insieme alle 3 del pomeriggio vi guarderanno un po’ perplessi ma voi non fateci caso…)
  • Per mangiare davvero tipico ungherese diffidate dei locali che riportano in inglese la scritta tipico ungherese (mirano proprio a voi) infilatevi in qualche vietta di Buda, adocchiate un piccolo ristorante, controllate se sono le otto e un quarto che non chiuda alla nove ( come il nostro) e mangerete benissimo a prezzo bassissimo. Unico inconveniente, potreste ritrovarvi con un menù incomprensibile e un cameriere il cui inglese non è proprio ineccepibile. Ma più tipico di così…
  • Assaggiate l’amaro UNICUM (non insieme a te alla torta e alla grappa se no potreste sentirvi male..)
  • Andate alle terme, costa poco e qui ci vanno tutti. È il posto ideale per provare ad andarci se non ci siete mai stati e se siete appassionati ce ne sono alcune storiche con decorazioni liberty. Attenzione in determinati giorni sono riservati agli uomini, in uno alla settimana alle donne e ce ne sono un paio misti ma non sono gli stessi per tutte le strutture. Informatevi prima.
  • Visitate il TERROR HAZA, museo sulle efferatezze comuniste e fasciste. (non si sono fatti mancare nulla) triste e impressionante.
  • Andate nei bar di Rovine alla sera, ce ne sono sparsi per tutta la città, potete chiedere anche all’ufficio informazioni, e sono bellissimi. Ampie zone abbandonate che i ragazzi hanno preso in gestione e trasformato in posti quasi onirici con solo materiale di recupero, per tutte le età.
  • L’UNESCO ha dichiarato patrimonio mondiale Holloko, un paesino a 100km da Budapest in mezzo alla pianura, campi di girasoli e nulla tutt’intorno. Sono poche case, tipiche o per lo meno dipinte di bianco, un paio di ristoranti una minuscola bottega disordinatissima che vende di tutto, a noi non ha detto gran che. Ma se avete tempo giudicate voi stessi..

 

Il lago Balaton
Alba sul lago Balaton
Metropolitana di Budapest
Una delle statue sparse in giro per il centro di Budapest
Autobus
Budapest
Trattoria tipica che chiude alle nove e mezza…
Il centro la notte, vista dal fiume

Sognatrice, aspirante scrittrice, gattofila, convinta viaggiatrice, fotografa pasticciona con una passione sconsiderata per il cinema e per le lettere, quelle vere, scritte a mano. Da che mi ricordi amo raccontare storie, andare in moto, vagare e fare troppe cose nello stesso momento.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *